Informativa sull'utilizzo dei Cookies

Porte aperte nello Spazio5Stelle alla Costituzione italiana!

12779166_1716594281914683_4570354747708225290_oSabato 27 Febbraio 2016 a partire dalle 18:00 presso lo Spazio5Stelle, nel corso del consueto appuntamento mensile dell’Assemblea Pubblica, si terrà il secondo di tre incontri previsti per approfondire le fasi della Riforma costituzionale.

Di fatto, le Camere hanno quasi ultimato il loro lavoro, il presidente del consiglio ha ribadito che sul referendum costituzionale si gioca il suo futuro (e dunque anche il presente) in politica e gli italiani cominciano a chiedersi cosa dovranno votare il prossimo autunno (ottobre).

La risposta non ve la daremo noi, ma iniziamo a capire insieme cos’è innanzitutto questo strumento di democrazia diretta nelle mani dei cittadini, previsto dall’articolo 138 della Costituzione e dell’articolo 24 della legge 352 del 1970.
Diciamo subito che, esso è ben differente, nei caratteri e nelle conseguenze, rispetto al referendum abrogativo, previsto dall’articolo 75 della Carta. Infatti, si tratta di un istituto cosiddetto “preventivo”, in quanto destinato ad effettuarsi prima che il testo che ne costituisce l’oggetto entri in vigore e ancor meglio si potrebbe dire che appare proprio finalizzato a condizionare la successiva entrata in vigore di un progetto di revisione costituzionale approvato dalle Camere.

Attenzione poi a un piccolo, grande particolare: questo referendum non prevede l’istituto del quorum minimo di partecipazione!

Il progetto di revisione costituzionale, per poter entrare definitivamente in vigore, infatti, deve essere semplicemente approvato dalla maggioranza dei voti validamente espressi, indipendentemente dal numero complessivo di elettori che si sono recati alle urne. Da ciò discende che, almeno in teoria, anche una esigua minoranza di elettori potrebbe determinare l’approvazione referendaria del progetto con l’aggravante, peraltro, di dar luogo ad una sorta di discutibilità politica della riforma, derivante dalla scarsa legittimazione popolare della stessa.

L’ultimo dei tre incontri si svolgerà Sabato 05 Marzo durante il quale, sempre alla presenza di esperti, effettueremo un approfondimento sulla riforma Boschi Renzi.

Detto questo vi invitiamo a partecipare numerosi, ad informarvi, perché un cittadino informato è un cittadino consapevole e cosciente delle proprie scelte……. quindi un cittadino libero!

Lascia un commento