Informativa sull'utilizzo dei Cookies

I disturbi dissociativi dell’identità amministrativa…

Dopo aver esaminato il paziente individuato nell’Amministrazione comunale (attraverso l’analisi degli atti e l’interpretazione del comportamento dei nostri amministratori locali) stavolta siamo in presenza di un caso che meriterebbe approfondimenti psichiatrici.

Determina dirigenziale n. 91 del 15/6/17 Settore Ambiente e Polizia Municipale: per motivi di somma urgenza un albero pericolante nel plesso scolastico “De Filippo” impone una azione immediata. Ebbene l’Amministrazione affida direttamente alla HW STYLE di Milano, in forza anche del fatto che la stessa ditta si era aggiudicata mesi prima la gara di potatura con un prezzo speciale di € 8.700,00 a fronte di un prezzo a base d’asta di € 22.472,65 (ribasso di circa del 62%!), l’intervento urgente. Ma tranquilli non devono partire da Milano, hanno anche a disposizione una sede operativa a Pomezia e operai di San Giorgio a Cremano. Gli stessi che sono titolari della Verde Mediterraneo, la storica ditta di fiducia dell’Ente entrata nelle grazie dell’Amministrazione (clicca qui per saperne di più) dopo che la Ascione venne travolta dallo scandalo della “tangentopoli sangiorgese“.

Determina dirigenziale n. 130 del 4/9/17 Settore Ambiente e Polizia Municipale: affidamento alla Citiplayfr Group srl che, se non ricordiamo male dopo le nostre denunce, di “sua spontanea volontà”, applicò un forte sconto extra di 15.000 euro sui famosi cestini d’oro (la cui storia potete leggerla cliccando qui).  Orbene, la cityplayfr si aggiudica la fornitura diretta di utensili elettrici per la messa in opera di segnaletica stradale. E’ inspiegabile come venga interpellata una azienda (e basta visitare il sito internet) che ha nel proprio catalogo tanti prodotti e servizi ma non certo la fornitura di elettroutensili. Ma la curiosità di questa Determina è anche un’altra…Si stabilisce il principio che debbano venire interpellati “rivenditori selezionati nell’ambito provinciale ubicati a distanza non superiore a 10 km”.
Ed ecco il dubbio da sottoporre a parere medico: per una somma urgenza chiamiamo una ditta che ha la sede più vicina a 240 km e per l’acquisto di elettroutensili non possiamo spostarci per più di 10 km?
Tutto nell’area della legalità, ma non in quella della logica e di una gestione razionale.

Crediamo che ditte per rimuovere alberi pericolanti, più vicine di 240 km ci siano e che la HW STYLE dovendo molto probabilmente impegnare almeno un furgone partendo da Pomezia (visto l’importo totale di € 975,00) bisognerebbe inserirla nell’albo dei benefattori dal momento che quello dei fornitori giace immacolato…
E non credo che venga in testa a nessuno di noi di chiedere, ad esempio, al suo elettricista di comprargli una scala. Per i pignoli un martello del tipo acquistato MAKITA HR4001C costa intorno ai 500 euro, ed una smerigliatrice 9557HNR intorno ai 70 euro, noi abbiamo speso € 837,00. In fondo riconosciamolo: ci sono da aggiungere 2 scalpelli, 4 punte e 2 dischi taglio…

Già ci sembra di sentire alcuni commentare che gli importi in questione sono davvero modesti. Vi assicuriamo che, come è sempre stato, non è un problema di importi. Non c’è alcun limite sotto il quale tutto è permesso e per noi anche 10 euro dei cittadini rappresentano qualcosa da rispettare e da gestire con la massima oculatezza.