Informativa sull'utilizzo dei Cookies

Gestione cimitero, la proroga eterna…

cimitero-g-259x250Una volta erano gli esami a non finire mai ma, a San Giorgio a Cremano, anche le proroghe contrattuali sembrano destinate a proseguire in eterno.

Ed in effetti in questa stora l’eternità c’entra, si parla infatti di gestione dei servizi cimiteriali.

In data 27 Febbraio 2014 il Settore Polizia Municipale (determina n°33), a causa di irregolarità, dichiarava la risoluzione contrattuale con la ditta CARONTE Sas  affidataria della gestione dei servizi cimiteriali, di custodia, del servizio lampade votive e impianti idrici ed elettrici generali .

Nello stesso giorno con la determina n°34 affidava temporaneamente per 4 mesi il servizio alla Società ATI “LA MISERICORDIA”.

Dopo un’ulteriore proroga (determinazione n°91 del 22/6/2014)  il 22 Dicembre 2014 veniva finalmente approvato il capitolato speciale d’appalto per gestire i servizi cimiteriali e la custodia; ma (forse per i troppi impegni natalizi) il 31/12/2014 il Dirigente del settore competente Dott. Vitale (sempre lui) prorogava per altri 6 mesi l’affidamento alla ditta “La Misericordia”.

E a Giugno 2015, nonostante l’anno e mezzo trascorso, il Dott. Vitale con la  determina n°42  poiché “le operazioni di gara non sono state portate ancora a compimento”…che fa? Concede una ulteriore proroga alla ditta nella gestione del servizio!

Certo ci si potrebbe chiedere: e quale è la novità?

Infatti nulla di nuovo sotto il sole sangiorgese se non fosse che abbiamo Dirigenti che continuano a dividersi regolarmente premi di produttività e che abbiamo un Sindaco (gia’ vicesindaco e pluri- assessore)  che ha promesso in campagna elettorale massima efficienza e rapidità.

Ma la cosa più grave è che come previsto dall’ art. 4 comma 11 del piano triennale di prevenzione e contrasto della corruzione e dell’illegalità   si deve “ procedere , almeno 6 mesi prima della scadenza dei contratti aventi per oggetto la fornitura di beni e servizi, alla indizione delle procedure di selezione secondo le modalità indicate dal D.Lgs 163/2006 e dal regolamento comunale sugli appalti”.

Infine è evidente che in tema di contratti pubblici la proroga va usata solo in via eccezionale in quanto la sua reiterazione comporta una violazione della libera concorrenza, della parità di trattamento della non discriminazione e della trasparenza. Quest’ulltima parola che ai nostri amministratori continua ad essere praticamente sconosciuta…

Il Gruppo Consiliare del Movimento Cinque Stelle a tutela degli interessi dei cittadini di San Giorgio a Cremano presenterà una interrogazione con risposta in Consiglio Comunale su questa vicenda.

Consiglio comunale che si terrà Lunedì 21 Settembre dalle ore 10:30 presso la Casa comunale. Come sempre la seduta sarà pubblica!

Lascia un commento