Informativa sull'utilizzo dei Cookies

Cestino, ma quanto ci costi?!

Nuova interrogazione presentata per il Consiglio Comunale: si tratta dell’acquisto ed installazione di 42 cestini porta-cestinirifiuti da collocare nelle vie cittadine.

Di seguito un po’ di date e numeri:
-31/12/2013 delibera di giunta 428 con cui si incarica il settore Ambiente a procedere all’affidamento per acquisto ed installazione cestini
-18/03/2014 determina n. 29 del settore Ambiente in cui si affida il tutto alla ditta CITYPLAY FR (unica ditta interpellata) per un importo totale di € 30.996 (ribasso del 1,6% sul prezzo di stima di € 31.500)

La prima domanda che ci siamo posti è stata: Perché invitare un’unica ditta?

La risposta è nella stessa determina 29 che descrive la CITYPLAY FR quale “esclusivista per la Campania della ditta Calzolari srl” azienda di Mantova i cui cestini del tipo G sono già stati installati a Via de Lauzieres e, per un discorso di uniformità dell’arredo urbano, non possono, quindi, essere cambiati.

Ma siamo andati a curiosare e senza nemmeno aver bisogno di chiedere alla ditta Calzolari se ci fosse un contratto di esclusiva per la Campania, abbiamo scoperto, cosa non complicata in quanto informazione presente sulla homepage del sito, che CALZOLARI srl è iscritta al MEPA, che è il Mercato Elettronico per le Pubbliche Amministrazioni, che la legge 52/2012, più nota col nome di spending review, obbliga ad utilizzare.

Questa scoperta ha portato a tre considerazioni:
1. Che non può esserci un contratto di esclusiva di zona
2. Che il costo al netto di sconti del cestino tipo G con coperchio e posacenere è sul MEPA di € 217,00 e che invece lo stiamo pagando € 738 compreso di installazione. e che quindi staremmo pagando € 521,00 per installare ognuno dei 42 cestini, ma ciò sempre nell’ipotesi che il costruttore non applichi sconti.
3. Che i presupposti di regime di esclusiva del prodotto, che sono alla base della procedura citata nella determina 29 del 18/03/2014, sono inesistenti

Ed abbiamo quindi chiesto a sindaco e giunta:
a) perché non è stato consultato il Mepa, obbligatorio per legge?
b) come è stato verificato il contratto di esclusiva per la regione Campania fra CALZOLARI e CITY PLAY FR?
c) se è, considerate le premesse errate dell’atto, il caso di annullare il contratto in essere?

Speriamo di aver sollecitato la vostra curiosità: seguiteci ancora, vi faremo sapere cosa risponderanno.

Lascia un commento